Mosche in casa: cosa fare per tenerle lontane?

Durante la calda stagione, in primavera e soprattutto in estate, non c’è cosa più fastidiosa di una mosca che ronza per casa. Le mosche, infatti, attratte dall’odore dei cibi, specialmente nelle zone umide, tendono ad entrare nelle nostre abitazioni, posandosi su tutto. Il risultato? Niente di troppo igienico, anzi. Per non parlare poi del ronzio continuo durante la notte, fastidioso al punto di assicurarci spiacevoli notti in bianco. Ma come combattere le mosche in casa?

Prima di fornire alcune soluzioni estremamente valide, cerchiamo di conoscere meglio il nostro nemico. Cosa sono davvero le mosche e come arrivano tra le nostre mura domestiche? Quanto sono pericolose per l’uomo?

Scopriamolo subito.

Cosa sono le mosche? Quali sono le specie presenti in Italia?

Le mosche, tecnicamente parlando, appartengono all’ordine dei ditteri e, così come le zanzare, hanno solo paio d’ali. Infatti, attraverso l’evoluzione di specie, il secondo paio di ali di cui disponevano si è trasformato in due strutture, chiamate bilancieri, in grado di equilibrare il volo.
In particolare, parliamo di alette quasi invisibili a occhio nudo, con il compito di vibrare per stabilizzare la fase di volo e agevolare quella di atterraggio. Lo stesso tipico ronzio delle mosche, ad esempio, dipende proprio da queste due strutture.

Nel mondo, esistono centinaia di specie di mosche, ciascuna con peculiarità particolari e curiose. Nel nostro Paese, invece, ne sono state rilevate solo alcune. Secondo un recente studio, i tipi di mosca più diffusi in Italia sono riconducibili alle famiglie delle:

  • Calliphoridae
  • Scatophagidae
  • Muscidae
  • Sarcophagidae
  • Fannidae

Mosche in casa: come arrivano tra le nostre mura domestiche?

Le mosche, generalmente, svolazzano tra le aree periurbane e le aree rurali. Luoghi in cui spesso lo smaltimento di materiale organico non è svolto a dovere, favorendo così la proliferazione di questi insetti volanti. Questo perché le mosche, anche se molti non lo sanno, ricoprono un ruolo importante proprio nei processi di decomposizione di questi materiali.

Vivendo in tali ambienti, dunque, esse si fanno inevitabilmente vettori meccanici di batteri nocivi, dalla salmonellosi, agli enterobatteri, fino alle uova dei vermi responsabili della cosiddetta parassitosi. Discorso valido soprattutto nei paesi più poveri e in quelli in via di sviluppo.
Detto questo, una mosca non è pericolosa quanto una zecca o una zanzara. Parliamo solo di un insetto fastidioso, ma non nocivo dal punto di vista sanitario.

Come arrivano nelle nostre case? Molto semplice. Le mosche vengono attratte dalle sostanze zuccherine. Vivendo in ambienti sporchi, poi, come già anticipato, l’unico pericolo sarebbe la semplice contaminazione delle superfici domestiche. Per ovviare a questo, basterebbe prevenire il problema impedendo il loro ingresso negli spazi, attraverso l’adozione di diverse misure.

Un condizionatore, ad esempio, potrebbe essere il primo alleato utile per tenerle lontane. Anche perché le mosche, essendo animali a sangue freddo, non amano affatto le basse temperature. Se ci fate caso, infatti, mentre durante l’estate sono belle vispe, d’inverno hanno molti meno riflessi.

Gruppo di mosche dentro casa

Hai mai pensato ad una tenda antimosche?

Tra le varie soluzioni utili per tenere lontane le mosche da casa, non possiamo non citare le tende antimosche, solitamente costituite da piccole cordicelle di vari materiali differenti. Questo tipo di tenda, così come la nostra Sadenda, è particolarmente adatta per impedire il passaggio delle mosche. Esse, infatti, dotate di una vista poliedrica grazie ai loro centinaia di occhi, vengono confuse dall’oscillazione naturale dei fili della tenda.

Ecco che, in questo senso, una tenda per porta antimosche è non solo molto utile, ma anche un semplice ed elegante complemento d’arredo, in grado di garantire originali giochi di luci e trasparenze. Una straordinaria soluzione che ti permetterà di lasciare liberamente porte e finestre aperte durante le giornate di sole, dimenticandoti per sempre il problema delle mosche e di altri insetti volanti simili.

Per quanto riguarda i materiali costitutivi, esse possono essere realizzate con materie artificiali quali:

  • PVC
  • Ciniglia vellutata
  • Perline
  • Alluminio

Mentre, parlando di materiali naturali, possono essere costituite di:

  • Legno
  • Bambù
  • Mais
  • E ovviamente di sughero, materiale naturale ed ecosostenibile che, come ben sappiamo, presenta numerosi benefici e proprietà.
Esempio di Sadenda applicata all'esterno
Esempio di Sadenda applicata all’esterno

Mosche in casa? Ecco perché scegliere Sadenda

Sadenda, a differenza di altri prodotti simili, è un prodotto artigianale composto da cilindri monopezzo in sughero naturale, realizzati ad hoc. Cilindri che vengono smussati negli angoli delle teste, così da ridurre l’attrito degli spigoli, evitando spiacevoli rotture e sbeccature. Successivamente, essi vengono trattati con una specifica vernice acrilica, capace di proteggerli dai raggi UV e facilitarne il lavaggio, aumentando la loro impermeabilità. Ad unire il tutto, ci pensa l’asta prodotta in legno di rovere naturale, realizzata su misura così come l’intera tenda.
Parliamo di una tenda in sughero studiata e brevettata per consentire il giusto passaggio di luce ed aria, così da non compromettere la qualità e il design, compresa la protezione dagli insetti presenti nell’ambiente stesso. Inoltre, stando a quanto riferiscono molte recensioni di prodotti analoghi, quasi tutte le tende antimosca sul mercato si annodano o perdono pezzi, diventando dunque pericolose e inefficienti. Al contrario, Sadenda, grazie al suo design particolare, non si annoda e non si impiglia mai.

La tenda antimosche firmata Sadenda

Insomma, Sadenda è un prodotto unico, nato più di 30 anni fa, divenuto presto un’ottima soluzione di design dal carattere originale, elegante e inconfondibile. Un prodotto dall’anima affascinante, capace di raccontare la storia della Sardegna e del suo straordinario artigianato.

Visita il nostro sito e immergiti nell’autentica storia della famiglia Achenza che, da generazioni, dedica la sua passione alla lavorazione di una materia speciale: il sughero. Scopri tutti gli altri vantaggi e i benefici di Sadenda e richiedi un preventivo su misura per te.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. mirca ghietti

    sono veramente molto belle, al momento non posso acquistarla, per me un po’ costosa, ma appena potrò ci farò un pensierino, mi piace moto

    1. achenza

      Grazie Signora, restiamo a disposizione

Lascia un commento